BLOG: consigli

3 tagli perfetti per la primavera

Tutti i consigli per il vostro stile 2021.

 

È arrivato il momento di scoprire quali saranno le tendenze uomo per questo 2021.
Gli amanti di barba e baffi dovranno continuare a fare i conti ancora per un po' con la mascherina, per questo abbiamo dedicato loro un articolo con dei consigli utilissimi, eccolo qui!

Cosa fare invece con lo styling capelli?
Le tendenze uomo per il 2021 prediligono tagli medio lunghi: una risposta ribelle ad un periodo così difficile. Insomma, lo stile maschile risponde alla pandemia accorciando la barba, ma lasciando crescere i capelli.

Ecco a voi 3 consigli per il vostro stile 2021!

1. Avete capelli di media lunghezza?
Alleggerite la vostra chioma con rasature precise, mantenete la lunghezza del capello, ma sfoltite i punti dove potreste sentire più caldo: collo e tempie. Usate una cera leggera oppure, se avete nostalgia dell’uomo bello e dannato anni ’90, potreste anche scegliere un gel a finitura lucida.
La media lunghezza sarà perfetta in primavera!

2. I vostri capelli sono ricci ed indomabili?

È il momento di lasciarli liberi! Vi suggeriamo sempre una media lunghezza, con i ricci poco sotto le orecchie, e un taglio scalato che non sfoltisca la chioma. Mostrate a tutti il vostro taglio ribelle!


3. Capelli lisci e fini?
Anche per questo tipo di capello consigliamo una media lunghezza, e un taglio scalato che dia volume. Trovate insieme al vostro barbiere la giusta lunghezza e la giusta forma per dare armonia ai tratti del vostro viso. Un consiglio? Con questo taglio tenete una barba corta per dare ancora più risalto alle linee del viso e al volume della vostra chioma!



Questi erano i nostri 3 consigli per il vostro stile 2021!

Leggi tutto

Basette

3 stili intramontabili.

 

Qualche settimana fa abbiamo dedicato un articolo ad alcuni degli styling da barba che potete scegliere di indossare sotto la mascherina. Vi lasciamo il LINK ai nostri consigli nel caso ve li siate persi.

Ma c’è qualcosa di ancora più stiloso della barba da poter sfoggiare mentre il nostro volto è coperto dalla mascherina? Certo che c’è: le basette!

Questo articolo è dedicato alle basette! un elemento fondamentale del man styling, che molto spesso viene trascurato! Ecco a voi 3 stili consigliati per le vostre basette!

 

1 Basette a punta

Se avete un viso piuttosto tondo, ma non volete rinunciare a delle basette stilose, vi proponiamo le basette a punta. La basetta diventa proseguimento della rasatura delle tempie, finendo a punta fino alla mandibola, dove verrà sfumata. Uno stile semplice da ottenere anche a casa, se avete un buon rasoio elettrico. Di grande effetto sotto la mascherina!

 

2 Basette anni ’70

Un classico intramontabile delle basette. Scegliete questo stile se avete un viso snello e dai contorni leggermente squadrati. Si tratta di basette lunghe e incolte, che vengono delimitate poco sopra la mandibola. Lasciatele crescere fino anche ad un paio di centimetri, e definite la forma a triangolo senza curarvi troppo della precisione. Non vi scambieranno per Paul McCartney soltanto perché indosserete la mascherina!

 

3 Basettoni alla Elvis

Anche questo un grande classico, perfetto per ogni viso. Qui la basetta è più definita, e la sua forma triangolare più curata e leggermente più alta sopra la mandibola rispetto alle basette anni ’70. Per uno stile perfetto le punte delle vostre basette dovranno coincidere con gli angoli della bocca! Se camminando per strada dovessero scambiarvi per il dio del rock’n’roll, noi vi avevamo avvisato! 

 

Questi erano 3 stili consigliati per le vostre basette! Quali sceglierete? 

Leggi tutto

Piccola acqua

La vodka in Italia.

 

Continua il nostro percorso alla scoperta dei distillati, e dopo avervi parlato di whisky (QUI) e di gin (QUI), oggi è arrivato il momento della vodka!

In russo voda significa acqua, mentre ka è un vezzeggiativo.

Unendo queste due parole nasce il termine vodka: piccola acqua, oppure acquetta se preferite.

Spesso, infatti, quando ci si riferisce alla vodka, in varie lingue e culture, è presente il riferimento all’acqua. In Italia, ad esempio, viene anche chiamata acquavite! 

Si tratta infatti di un distillato cristallino e trasparente, apparentemente simile all’acqua, con una piccola differenza riguardo il suo contenuto alcolico (in media il 40%!). 

Non è possibile risalire con certezza alla data e al luogo di nascita di questo distillato, ma sappiamo che si tratta di una bevanda alcolica già consumata nel medioevo in Polonia e in Russia.

Oggi però la produzione di vodka non è più limitata all’est Europa, ma si è diffusa in tutto il mondo. Tradizionalmente veniva ottenuta distillando l’amido presente nelle patate, oggi invece si utilizzano soprattutto l’orzo, la segale e il grano.

Proprio come per il gin, anche la vodka è diventata internazionale grazie alla cultura dei cocktail, che durante la seconda metà del ‘900 è stata importantissima per la diffusione di moltissime bevande alcoliche e non. Pensate a quanto sono diventati famosi cocktail a base vodka come il Bloody Mary, oppure il Cosmopolitan!

 

Ma la vodka non appartiene soltanto alla cultura russa, oppure a quella americana dei cocktail.

Dove c’è arte e cultura del buon bere infatti, non può mancare l’Italia. La produzione di vodka in Italia non è massiccia, ma è di altissima qualità.

Non lontano da Milano, ad esempio, troviamo la Distillerie Valdoglio, che dagli anni ’50 del ‘900 distilla una gran varietà di bevande alcoliche, tra le quali anche vodka. Oppure, facendo un salto dall’altra parte d’Italia, troviamo la Distilleria Giovi di Valdina (Messina), dove si produce vodka a partire da materie prime provenienti dalla zona dell’Etna.

Abbiamo citato soltanto un paio di distillerie italiane, ma ce ne sono molte altre da scoprire! QUI potrete dare un occhio alla mappa delle distillerie di vodka italiane, e perché no, magari farvi un regalo!

Questo era il nostro piccolo viaggio nel mondo della vodka, con un’attenzione particolare alla produzione italiana. Adesso non vi resta che approfondire e, ovviamente, offrire il prossimo giro!

#beviresponsabilmente

Leggi tutto

Regalaci!

La Barbieria di Milano in una Gift Card.

 

Oggi vogliamo parlarvi di un nostro servizio a cui teniamo molto, la gift card.

L’idea è molto semplice: dare la possibilità di regalare ai vostri cari - ai vostri amici - i nostri servizi. In realtà non è un’idea nostra, ma nasce dai nostri clienti. Sono stati loro qualche tempo fa a manifestare questa necessità. E noi prendiamo sempre a cuore i desideri della nostra community!

Per questa ragione, abbiamo pensato di trasformare il nostro intero listino in un portale in cui poter scegliere e creare una gift card perfettamente corrispondente alle differenti esigenze. Sul nostro sito potete selezionare quali e quanti servizi, comporre il vostro regalo e acquistarlo!

E poi? E poi vi manderemo la vostra super gift card via mail, personalizzata con il nome dell’amico a cui vorrete regalarla e con l’elenco di tutti i servizi che avete acquistato! Facile no?

Quindi… compleanni in vista? Cliccate qui!

Leggi tutto

Shop in barbieria

La difficoltà di vendere.

 

Oggi vogliamo parlarvi di un tema scottante: la vendita.

Vendere non è facile, a volte si ha addirittura la sensazione che sia un’operazione fastidiosa e sgradevole nei confronti del vostro cliente. Certo, in alcuni casi lo è. Tutto dipende da come affrontate questo tema.

 

Partiamo subito da un presupposto: i vostri servizi, non sono altro che dei prodotti. E voi vendete i vostri servizi, anche se avete l’impressione di non farlo. Allora perché si presenta questo blocco quando dovete pensare di proporre ad un vostro cliente uno shampoo, un grooming o una cera?

Perché il pensiero di partenza è sbagliato.

Dovete immaginarvi che il prodotto faccia parte dell’esperienza del servizio. Perché questo sia possibile è importante che il cliente capisca concretamente il valore aggiunto del singolo prodotto. E come farlo? Molto semplicemente usandolo su di lui.

Ciò significa che innanzitutto dovete vendere dei prodotti che realmente utilizzate e - soprattutto - dovete proporre i prodotti giusti in funzione delle esigenze dello specifico cliente.

Mettiamola così: un cliente sceglie voi perché gli offrite l’esperienza che più rispecchia le sue esigenze. Quindi perché di voi si fida. E parte della sua fiducia è anche legata ai prodotti che utilizzate, siete d’accordo?

Quindi. Se quando è in poltrona, gli raccontate cosa state facendo e perché state utilizzando quel prodotto, alla fine del servizio vi basterà chiedere se vuole utilizzare lo stesso prodotto anche a casa. Non state vendendo, vi state prendendo cura di lui.

Ovviamente, perché questo funzioni, è importante che selezioniate con cura i vostri prodotti in negozio, e che scegliate quelli più giusti in funzione del cliente.

Poi certo, farete anche un po’ di cassa in più. Ma a quel punto non sarà più un dovere; non sentirete più quella morsa nello stomaco pensando di dover fare la figura del venditore di Folletto (con tutto il rispetto per questo incredibile quanto difficile mestiere). Starete solamente offrendo la giusta conclusione di un servizio perfetto.

Che ne dite, ci provate?

Leggi tutto

Storytelling in barbieria

Dalla rubrica “Comunicare in barbieria”: 3 consigli per fare storytelling.

 

Qualche settimana fa vi abbiamo dato qualche consiglio per iniziare la vostra comunicazione social in barbieria (se non l’avete visto, leggete qui!). Oggi vi vogliamo parlare invece del concetto di storytelling. Ma cosa significa? Beh, facile. Significa: Raccontare una storia.

Ma cosa c’entra con noi lo storytelling?

Beh, se ci pensate ogni comunicazione di qualità è basata su una storia.

Quale storia dovreste raccontare quindi? Ovviamente la vostra!

Le persone amano le storie, si immedesimano in esse, soprattutto se percepiscono che sono sincere. Per cui, ogni volta che parlate alla vostra community tenetelo presente. Non serve inventarsi attività sensazionali, basta semplicemente essere autentici e lasciare che la vostra community entri in contatto con la vostra storia.

 

Ma passiamo ai nostri 3 consigli:

 

1. Siate Sinceri

L’abbiamo già detto, la sincerità è la base di una qualsiasi storia che meriti di essere raccontata. È il meccanismo che consente alle persone di immedesimarsi, sentirsi vicine a voi. Siate autentici, esprimetevi per ciò che siete. Non perdete tempo nel disperato tentativo di assomigliare a qualcuno, abbiate il coraggio di rivelarvi pienamente. Sarete premiati! (ne parliamo anche qui!)

 

2. Raccontatevi con ogni mezzo

Non esistono regole auree, sappiate però che ogni canale di contatto con la vostra community è un mezzo per raccontare la vostra storia. Foto, video, stories, testi: tutto deve essere parte del vostro racconto. Quindi deve essere necessariamente coerente.

 

3. Coinvolgete!

Il vantaggio dei nuovi canali di comunicazione è che sono assolutamente interattivi. Lasciate entrare la vostra community (che non a caso chiamiamo così e non “pubblico”). Lasciate che interagisca e – soprattutto – interagite con loro. Qualsiasi cosa vi chiedano, qualsiasi dubbio abbiano, trovate sempre un po’ di tempo per rispondere. È il modo migliore per ricordare che siete innanzitutto esseri umani, che siete raggiungibili. Ricordatevi sempre che voi comunicate per loro, non per voi stessi!

 

Ecco dunque i nostri 3 consigli. Diteci cosa ne pensate, dateci il vostro parere!

Leggi tutto

I SERVIZI DE LA BARBIERIA DI MILANO

Image
La Barbieria di Milano è un rivenditore esclusivo dei prodotti Barber Mind.
Proponiamo solo il meglio ai nostri clienti.