BLOG: modena

4 Tagli maschili per l'estate

Estate 2020, scordatevi la modestia!

 

Lo sapete ormai: Barber Mind e La Barbieria di Milano sono legate a doppio filo! Per ovvi motivi, si capisce… Oggi quindi vogliamo proporvi un articolo che i ragazzi di Barber Mind hanno scritto qualche giorno fa. Degli spunti utilissimi per conoscere i trend del momento, così sapete cosa chiedere al vostro barbiere prima di partire! Un anno strano questo 2020, e non avete ancora visto le tendenze in barbieria!

Ecco a voi i 4 trend estivi per il taglio maschile.

 

Colore

Partiamo dalla tendenza più strong. Scelta per cuori forti, per chi non teme di guardarsi allo specchio e rimpiangere la sua versione precedente. Divertitevi a colorare - o decolorare - la vostra chioma, scegliete un colore forte e dateci dentro!

WhatsApp-Image-2020-08-01-at-22.54.31.jpeg

Barbiere: @ascaniofabolousbarber

WhatsApp-Image-2020-06-19-at-19.40.40.jpeg

Barbiere: @felicegarone10

 

Sfumature incredibili

Avete presente i tagli geometrici, quelli che definiscono nettamente una forma (ad esempio una cresta larga)? Bene, adesso immaginateli con un lato sfumato, che metta in risalto le forme generando asimmetria. Molto interessante!

Schermata-2020-08-05-alle-10.53.40.jpg

Barbiere: @ivanshavethesailor

 

Geometrie estreme

Eccoli i tagli geometrici, quest’anno sono ancora più definiti, ancora più estremi. Vi piace un taglio semplice ma d’impatto? Con le geometrie di questi tagli troverete la chioma che fa per voi, anche se decidete di tenere una media lunghezza!

WhatsApp-Image-2020-06-12-at-09.44.44-1.jpg

Barbiere: @_spartano_

 

Hair art

Chiudiamo con il trend più eccentrico. Se è vero che il colore è per cuori forti, l’hair art – termine che usiamo come una sorta di evoluzione dell’hair tattoo - non è certo da meno. Quest’anno le forme sono ancora più complesse, molto più geometriche rispetto a prima. Con l’hair art potrete dare un tocco di originalità alla vostra chioma. Certo, servono mani esperte per ottenere certi risultati, per cui affidatevi al giusto barbiere.

Schermata-2020-08-05-alle-10.54.17.jpg

Barbiere: @barber_dragon

 

La parola d’ordine è una sola: osate! 

Questi erano i 4 trend estivi per il taglio maschile. Fate la vostra scelta e scordatevi la modestia!

Leggi tutto

Beviamoci su!

La nuova normalità richiede un cambio di abitudini! #beviresponsabilmente

 

Come mai nel nostro blog – il blog di una barbieria – vi parliamo del mondo degli alcolici? 

Beh, perché sperimentare, conoscere e assaporare un buon drink, un bicchiere di vino o una birra fresca, è sicuramente un momento per sé stessi e di condivisione. Proprio come il momento che vi prendete per voi quando entrate nella nostra barbieria!

Il consumo di alcolici è drasticamente cambiato nell’ultimo periodo, soprattutto nel bimestre che ci ha visti chiusi nelle nostre case: basti pensare che il delivery nel solo Nord Italia in questo periodo è aumentato del 186% (leggete qui!).

Non vogliamo analizzare questo trend, sicuramente legato a molti fattori che non sono esclusivamente positivi. Ciò che è certo però, è che bere bene e sperimentare nuovi sapori sono piaceri della vita: il tutto responsabilmente, si capisce. 

Insomma, questa nuova normalità ha drasticamente cambiato l’approccio all’acquisto, favorendo l’online a discapito dell’esperienza in negozio o della fruizione in un locale. E - anche se ormai siamo più liberi - questo trend è destinato a consolidarsi ancora per un po’ di tempo.  

Oggi quindi vi segnaliamo tre piattaforme grazie alle quali potrete fare buoni acquisti!

 

Tannico

L’azienda è stata fondata nel 2013 e ad oggi ha una quota di mercato che supera il 30%. Il portale offre una scelta molto ampia di vini (più di 14K!) provenienti da tutto il mondo, ma anche spirits di fascia medio-alta. È sicuramente una delle piattaforme più conosciute, molto affidabile e con prezzi davvero interessanti. Sarà un caso che Campari ha di recente acquistato il 49% delle sue azioni per entrare nel mondo dell’e-commerce? (guardate questo articolo di Ninjamarketing!)

 

Winelivery

Winelivery è una App tutta milanese che nasce da una serata fra amici. Ad oggi è cresciuta al punto da valutare la quotazione in borsa (oltre 160K scaricamenti dell’applicazione nel 2019 e un fatturato di +242% rispetto all’anno precedente – fonte Sole 24 Ore). È disponibile su più di dieci province (Milano compresa, ovviamente) e garantisce la consegna in 30 minuti! La soluzione giusta per i festeggiamenti dell’ultimo minuto!

 

Glugulp

Se siete alla ricerca di un prodotto davvero speciale e state pensando allo Champagne, Glugulp è ciò fa per voi! Con più di 150 produttori, avrete solo l’imbarazzo della scelta!

 

Insomma, vedetela così: se siete a casa ed esagerate un po’, non dovete prendere la macchina! Cin-cin.

Leggi tutto

Comunicare in Barbieria

3 Consigli per iniziare a comunicare e farlo al meglio.

 

Avete appena aperto una barbieria o state per farlo?

Parliamoci chiaro: una barbieria per funzionare ha bisogno di clienti. Come tutti gli esercizi commerciali alla fine, è ovvio. Siamo nel 2020 e non ci sono alternative: comunicare significa social network. Perché: perché sono sostenibili economicamente, perché sono facilmente misurabili e perché sono accessibili. 

Bene, È fatta no? 

No, forse no. Sembra facile, ma non è una passeggiata – soprattutto oggi – costruire una community, allargare le proprie cerchie e gestire un social network nella quotidianità. 

Sappiamo benissimo che la vita in barbieria è piuttosto frenetica, il tempo è limitato: questo si traduce spesso in pagine statiche, lasciate andare, poco attive. 

Quindi, come fare? Vogliamo darvi tre semplici consigli. 

 

1.Meno è meglio.

Non ha molto senso aprire pagine su tutti i social network e non riuscire a gestirne nemmeno una, no? Allora, semplifichiamoci la vita: scegliamone uno, quello che ci piace di più, quello che conosciamo meglio, quello che sappiamo di gestire al meglio delle nostre possibilità. La risposta immediata che verrà a tutti è sicuramente: Instagram. Ma potrebbe non essere la soluzione più giusta. Aprire oggi una pagina su Instagram è complicato. Ci vuole moltissimo tempo per crescere e farsi conoscere. Un’alternativa – soprattutto per i barber più giovani – potrebbe essere Tik Tok.

 

2. Non è divertimento, è un lavoro.

E come tale, deve essere affrontato seriamente. Questo non significa creare pagine super istituzionali: i social sono anche gioco, svago. Affrontare seriamente un social network, significa che nella vostra giornata dovete schedularlo! Cioè? Cioè come prendete i vostri appuntamenti e vi organizzate la giornata, dovete anche inserire nel vostro planning questa attività. Altrimenti, non serve a nulla.

 

3. Interazione e quotidianità.

Se siete su Instagram, prima ancora dei post, le stories sono importantissime. Sono interattive, sono lo spaccato della vostra giornata e sono un modo per farvi conoscere meglio, per entrare in contatto con voi, per far percepire in maniera più immediata il vostro negozio: non solo in termini di spazi, ma soprattutto in termini di atmosfera.

 

Ci sarebbero tantissime altre cose da dire, ma questi tre punti sono i fondamentali. Poi ovviamente, se avete budget, fare delle sponsorizzazioni vi aiuterà ad ampliare un po’ le cerchie. Se avete un meccanismo di prenotazione online, potrete addirittura promuovere quello. Ma sono step successivi. Serve iniziare, e serve farlo bene. 

Leggi tutto

Nuove tendenze in barbieria

Addio anni '30, benvenuta autenticità!

 

Lo sappiamo tutti: con la rinascita delle barbierie qualche anno fa, abbiamo riportato in vita un periodo storico legato ai vecchi fasti del mondo dei barber shop americani durante gli anni ’20-’30. Tipicamente collegato alla nascita delle barbierie – anche se erroneamente, dal momento che i barber shop americani si rifanno ad una tradizione ben più antica e tipicamente italiana – il mood delle nostre barbierie nello scorso decennio è stato un po’ quello: bretelle, capelli ingrassati, eleganza tipica del proibizionismo. Ci siamo cascati tutti!

Uno strascico che abbiamo visto proseguire fino ad oggi, anche se sempre più proiettato ai nostri anni. Ed ecco che siamo entrati nel mondo dell’hypsteria: tatuaggi, barbe folte, tenuta da falegname.

E nel 2020? Beh, notiamo con piacere che nel 2020 stiamo facendo un percorso verso l’autenticità: insomma, il barbiere non è un’etichetta di stile, ma una professione. Ognuno di noi è un individuo, con le sue passioni e le sue preferenze. Questa progressiva consapevolezza inizia a tradursi nelle barberie, attraverso la volontà di distinguersi per originalità, lasciando pian piano andare le etichette – non tutte purtroppo – a fronte di una maggiore autenticità.

I clienti scelgono la professionalità, questo è certo, ma tornano soprattutto per le persone: vale la pena raccontare chi siamo sin da subito, no? E quindi perché non riconoscerci anche per l’ambiente in cui lavoriamo?

Noi abbiamo scelto questa strada, e voi?

Leggi tutto

Regalaci!

La Barbieria di Milano in una Gift Card.

 

Oggi vogliamo parlarvi di un nostro servizio a cui teniamo molto, la gift card.

L’idea è molto semplice: dare la possibilità di regalare ai vostri cari - ai vostri amici - i nostri servizi. In realtà non è un’idea nostra, ma nasce dai nostri clienti. Sono stati loro qualche tempo fa a manifestare questa necessità. E noi prendiamo sempre a cuore i desideri della nostra community!

Per questa ragione, abbiamo pensato di trasformare il nostro intero listino in un portale in cui poter scegliere e creare una gift card perfettamente corrispondente alle differenti esigenze. Sul nostro sito potete selezionare quali e quanti servizi, comporre il vostro regalo e acquistarlo!

E poi? E poi vi manderemo la vostra super gift card via mail, personalizzata con il nome dell’amico a cui vorrete regalarla e con l’elenco di tutti i servizi che avete acquistato! Facile no?

Quindi… compleanni in vista? Cliccate qui!

Leggi tutto

Shop in barbieria

La difficoltà di vendere.

 

Oggi vogliamo parlarvi di un tema scottante: la vendita.

Vendere non è facile, a volte si ha addirittura la sensazione che sia un’operazione fastidiosa e sgradevole nei confronti del vostro cliente. Certo, in alcuni casi lo è. Tutto dipende da come affrontate questo tema.

 

Partiamo subito da un presupposto: i vostri servizi, non sono altro che dei prodotti. E voi vendete i vostri servizi, anche se avete l’impressione di non farlo. Allora perché si presenta questo blocco quando dovete pensare di proporre ad un vostro cliente uno shampoo, un grooming o una cera?

Perché il pensiero di partenza è sbagliato.

Dovete immaginarvi che il prodotto faccia parte dell’esperienza del servizio. Perché questo sia possibile è importante che il cliente capisca concretamente il valore aggiunto del singolo prodotto. E come farlo? Molto semplicemente usandolo su di lui.

Ciò significa che innanzitutto dovete vendere dei prodotti che realmente utilizzate e - soprattutto - dovete proporre i prodotti giusti in funzione delle esigenze dello specifico cliente.

Mettiamola così: un cliente sceglie voi perché gli offrite l’esperienza che più rispecchia le sue esigenze. Quindi perché di voi si fida. E parte della sua fiducia è anche legata ai prodotti che utilizzate, siete d’accordo?

Quindi. Se quando è in poltrona, gli raccontate cosa state facendo e perché state utilizzando quel prodotto, alla fine del servizio vi basterà chiedere se vuole utilizzare lo stesso prodotto anche a casa. Non state vendendo, vi state prendendo cura di lui.

Ovviamente, perché questo funzioni, è importante che selezioniate con cura i vostri prodotti in negozio, e che scegliate quelli più giusti in funzione del cliente.

Poi certo, farete anche un po’ di cassa in più. Ma a quel punto non sarà più un dovere; non sentirete più quella morsa nello stomaco pensando di dover fare la figura del venditore di Folletto (con tutto il rispetto per questo incredibile quanto difficile mestiere). Starete solamente offrendo la giusta conclusione di un servizio perfetto.

Che ne dite, ci provate?

Leggi tutto

Storytelling in barbieria

Dalla rubrica “Comunicare in barbieria”: 3 consigli per fare storytelling.

 

Qualche settimana fa vi abbiamo dato qualche consiglio per iniziare la vostra comunicazione social in barbieria (se non l’avete visto, leggete qui!). Oggi vi vogliamo parlare invece del concetto di storytelling. Ma cosa significa? Beh, facile. Significa: Raccontare una storia.

Ma cosa c’entra con noi lo storytelling?

Beh, se ci pensate ogni comunicazione di qualità è basata su una storia.

Quale storia dovreste raccontare quindi? Ovviamente la vostra!

Le persone amano le storie, si immedesimano in esse, soprattutto se percepiscono che sono sincere. Per cui, ogni volta che parlate alla vostra community tenetelo presente. Non serve inventarsi attività sensazionali, basta semplicemente essere autentici e lasciare che la vostra community entri in contatto con la vostra storia.

 

Ma passiamo ai nostri 3 consigli:

 

1. Siate Sinceri

L’abbiamo già detto, la sincerità è la base di una qualsiasi storia che meriti di essere raccontata. È il meccanismo che consente alle persone di immedesimarsi, sentirsi vicine a voi. Siate autentici, esprimetevi per ciò che siete. Non perdete tempo nel disperato tentativo di assomigliare a qualcuno, abbiate il coraggio di rivelarvi pienamente. Sarete premiati! (ne parliamo anche qui!)

 

2. Raccontatevi con ogni mezzo

Non esistono regole auree, sappiate però che ogni canale di contatto con la vostra community è un mezzo per raccontare la vostra storia. Foto, video, stories, testi: tutto deve essere parte del vostro racconto. Quindi deve essere necessariamente coerente.

 

3. Coinvolgete!

Il vantaggio dei nuovi canali di comunicazione è che sono assolutamente interattivi. Lasciate entrare la vostra community (che non a caso chiamiamo così e non “pubblico”). Lasciate che interagisca e – soprattutto – interagite con loro. Qualsiasi cosa vi chiedano, qualsiasi dubbio abbiano, trovate sempre un po’ di tempo per rispondere. È il modo migliore per ricordare che siete innanzitutto esseri umani, che siete raggiungibili. Ricordatevi sempre che voi comunicate per loro, non per voi stessi!

 

Ecco dunque i nostri 3 consigli. Diteci cosa ne pensate, dateci il vostro parere!

Leggi tutto

Image
La Barbieria di Milano è un rivenditore esclusivo dei prodotti Barber Mind.
Proponiamo solo il meglio ai nostri clienti.